Fumetti come letteratura, Parte 1: I soliti sospetti

Ok, ho avuto i miei sproloqui (qui e qui) sui fumetti che sono letteratura seria, ma quelli erano davvero più pedanti dell’effettivo apprezzamento dei fumetti. Così ho iniziato a compilare le mie liste e pensare a quali titoli vorrei includere in una lista di “fumetti seri” e … il tempo mi e ‘ sfuggito. Mi sono ritrovato a divorare alcuni fumetti davvero fantastici, alcuni seri e altri meno, e non avevo voglia di rallentare per scrivere su di loro.

Quando ero al liceo e il nostro insegnante di inglese parlava sempre di “merito letterario”, io e i miei amici decidemmo che i due principali indicatori del merito letterario (basati sui libri che ci erano stati assegnati) erano la lunghezza e la morte. Più lungo è il libro, e più persone sono morte, più merito letterario. Il vecchio e il mare? Tipo di breve, relativamente parlando, e non molto la morte (a meno che non si contano i marlin e alcuni squali): discutibile merito letterario. Il Grande Gatsby? Non così a lungo, ma una buona quantità di morte: sì, questo ha un merito letterario. Tess dei d’Urbervilles? Muoiono persone molto lunghe e importanti: un sacco di meriti letterari. Oh, giusto – e naturalmente si colloca più in alto se è terribilmente noioso, anche.

Visualizza altro

Certo, questo era il punto di vista di un liceale e sicuramente ho imparato ad apprezzare la lettura di opere di grande valore letterario oltre alle selezioni pulpier sulla mia libreria. Nel mondo dei fumetti, proprio come con i romanzi o libri per bambini, ci sono alcune storie che trascendono il regno di “hey, it’s just entertainment” e diventano Letteratura seria. Non sto dicendo che non possono includere alcune risate (anche se alcune sono solenni), ma che si può dire che c’è qualcosa sotto la superficie, sia attraverso l’argomento o la lingua o l’opera d’arte.

Ed ecco la parte migliore: ce ne sono molti. Condividerò alcuni dei miei vecchi preferiti e recenti scoperte con voi nel corso di alcuni post, ma vi garantisco che ci sono così tanti altri che non ho letto (o anche sentito parlare di) ancora, e sto contando su di voi lettori per colmare le lacune sui miei scaffali.

Solo un altro punto prima di tuffarci nella lista. Anche se sto facendo liste di fumetti che considero “letteratura seria”, difficilmente penso che la tua lettura di fumetti dovrebbe essere limitata a questi. Sono ben consapevole che c’è una ragione per cui i blockbuster estivi superano i film d’arte e che i migliori candidati non tendono ad essere quelli con i più grandi numeri al botteghino. A volte la roba che viene etichettato capitale-Un “Arte” semplicemente non è così divertente e ci si sente come qualcosa che si fa perché si dovrebbe e non perché si vuole. Quindi prendi questa lista con un pizzico di sale, e da parte mia cercherò di assicurarti una piacevole esperienza di lettura!

Per questo primo post, iniziamo con alcuni grandi nomi. Questi sono alcuni di quelli che generalmente sentirai in una conversazione sui fumetti come letteratura per vari motivi, quindi potresti anche familiarizzare con loro prima.

Maus-Art Spiegelman

Non puoi parlare di fumetti seri senza menzionare Maus, il gorilla da 800 libbre dei fumetti seri. Il libro di memorie stilizzato di Spiegelman è stato il primo fumetto a vincere un premio Pulitzer. In realtà, hanno creato una categoria speciale in modo che sarebbe ammissibile, perché non avevano idea di cosa fare con esso, ma sembrava qualcosa di portentoso. Nessun altro fumetto (a mia conoscenza) ha vinto un Pulitzer da allora — suggerendo che forse ancora non sanno cosa fare con i fumetti.

Nella remota possibilità che tu non abbia già familiarità con esso, Maus parla del padre di Spiegelman (Vladek) e delle sue esperienze nella seconda guerra mondiale — ma riguarda anche Vladek e l’arte adulta e il loro rapporto a volte teso. Nel libro, gli ebrei appaiono come topi e tedeschi come gatti. (Altre etnie si presentano come vari altri animali, anche se con un significato forse meno simbolico.) L’aspetto un po ‘ cartoonesco aiuta ad astrarre i personaggi, permettendo al lettore di elaborare una storia che sarebbe ancora più difficile da digerire con gli esseri umani realisticamente disegnati.

Nel mese di ottobre, Pantheon ha pubblicato Metamaus, riflessione di Spiegelman sui suoi libri innovativi. Il libro è pieno di materiale di riferimento, schizzi e opere d’arte, fotografie, storie su se stesso e la creazione di Maus. Il libro include anche un DVD che ha una versione digitale del Maus completo, insieme alle registrazioni audio delle interviste di Spiegelman con suo padre. Ho appena iniziato a leggere Metamaus da solo, ed è affascinante.

È difficile misurare l’influenza che Maus ha avuto nel campo dei fumetti. Non era la prima volta che i fumetti venivano trattati come qualcosa di più dell’evasione — Spiegelman era stato coinvolto nella scena dei fumetti underground molto prima di scrivere Maus — ma la sua importanza ha certamente introdotto i fumetti a un pubblico completamente diverso, uno che di solito non leggeva fumetti. Ha anche ispirato una generazione (o due) di artisti di fumetti a sviluppare nuovi modi di raccontare storie attraverso i fumetti.

The Sandman-scritto da Neil Gaiman, illustrato da molti artisti

Neil Gaiman è un autore riconosciuto a livello internazionale che è apparso (come versioni animate di se stesso) su Arthur e I Simpson. Ha scritto romanzi, libri per bambini, sceneggiature, fumetti. I suoi tweet sono letti da più persone di molti libri best-seller, ei suoi 1,7 milioni di follower causano il crash dei siti Web così frequentemente che c’è un hashtag per questo. È difficile credere che questa illustre carriera sia stata lanciata con un solo libro: una biografia dei Duran Duran.

No, aspetta.

È lì che Gaiman ha iniziato, ma fortunatamente ha trovato la sua strada verso i fumetti poco dopo. Quando l’impronta Vertigo di DC lo assunse per ricreare il Sandman, Gaiman non si limitò a mettere un nuovo costume sul supereroe della Golden Age e rinnovare i suoi poteri. Ha creato un’intera mitologia basata sull’Infinito, le personificazioni di sette forze senza tempo nell’universo — incluso l’Uomo Sabbia aka Dream aka Morpheus. Non è solo un essere sovrumano (o alieno o di altre dimensioni) con alcuni poteri che inducono il sogno; è il Sogno stesso. E da lì è una corsa selvaggia attraverso dieci volumi di storie brillantemente raccontate, in cui Gaiman dimostra la sua notevole capacità di far sembrare nuovo il vecchio e familiare e il nuovo di sembrare vecchio e familiare.

L’opera d’arte di The Sandman è fatta da un certo numero di artisti diversi in tutta la serie, e (a mio parere) può essere colpito o perdere. I miei preferiti sono quelli che sono più stilizzati: World’s End (Volume 8) è stato un Canterbury Tales–sorta di libro, con vari viaggiatori ciascuno la condivisione di una storia, e ciascuno è illustrato in uno stile diverso. Anche le illustrazioni ispirate alle fiabe di Charles Vess sono bellissime e le immagini di copertina di Dave McKean sono inquietanti.

Ciò che rende veramente la serie, però, è la scrittura di Gaiman. In realtà non li ho letti fino a quasi un decennio dopo che erano fuori, ma hanno una qualità senza tempo per la narrazione che li fa reggere bene. Dopo il college, quando sono state rilasciate le edizioni Absolute Sandman, ho risparmiato nel corso di alcuni anni per comprarle. (Anche se il volume 5, che ristampa alcune altre storie che coinvolgono Dream, è stato appena pubblicato lo scorso novembre, quindi dovrò risparmiare per quello.)

Non direi necessariamente che la serie è per tutti-è difficile da categorizzare, ma ha la sua giusta dose di orrore, quindi non è sicuramente per il pubblico più giovane e non a tutti potrebbe piacere. Tuttavia, per chiunque sia interessato alle fiabe, alla narrazione e alla mitologia, è un incredibile esempio di come può essere fatto nei fumetti.

Watchmen-scritto da Alan Moore, illustrato da Dave Gibbons

Sfortunatamente, per molte persone il titolo Watchmen porterà alla mente il film del 2009 piuttosto che il fumetto del 1986. Ad alcune persone è piaciuto il film e alcuni lo odiavano, ma se la tua unica esperienza è il film, allora hai perso molto di ciò che ha reso Watchmen così grande. (Ironia della sorte, i modi innovativi in cui Moore e Gibbons hanno usato il mezzo dei fumetti sono state le stesse cose che hanno portato così tanti fan, che poi hanno richiesto una versione cinematografica che non potesse riprodurre quelle innovazioni.)

La storia è ambientata in una versione a storia alternativa del nostro mondo, in cui Richard Nixon è presidente (di nuovo), tutti guidano veicoli elettrici e tutti leggono fumetti sui pirati piuttosto che sui supereroi. In questo mondo, non c’è Superman — ci sono combattenti del crimine in costume che non hanno poteri diversi dal desiderio di vestirsi e mettere in atto la giustizia vigilante. L’unico con superpoteri è il Dottor Manhattan che ha abilità praticamente simili a dio, ma è anche diventato un po ‘ dissociato dalla razza umana. La trama principale, forse, non è spettacolare: gioca l’idea che l’unico modo per unire le persone è con un nemico comune. Qualcuno sta uccidendo gli eroi in costume, e il resto di loro stanno cercando di capire perché.

Ciò che rende Watchmen così affascinante, però, è il suo uso del mezzo. Ci sono capitoli in cui i fotogrammi si riflettono a vicenda dalla parte anteriore del libro alla parte posteriore. Ci sono motivi visivi che appaiono in tutto il libro in forme diverse, che rappresentano l’Orologio del Giorno del Giudizio o le “ombre” permanenti di Hiroshima. Mentre l’opera d’arte di Gibbons appare, in superficie, come molti altri fumetti, un esame più attento mostra una notevole attenzione ai dettagli e alle specifiche del layout, usando le immagini piuttosto che il testo per prefigurare e trasmettere significato.

Ho letto Watchmen per la prima volta molto tempo dopo la sua uscita nel 1986, e c’è un sacco di argomenti che avevano più senso durante l’apice della Guerra fredda di quanto non facciano ora. La forza trainante dietro l’intero libro è la paura dell’olocausto nucleare; il simbolo dell’Orologio del Giorno del Giudizio (fissato a cinque minuti fino a mezzanotte) può essere trovato in tutto il libro. Anche la faccina iconica con gli schizzi di sangue è davvero un quadrante con una mano rossa per segnalare il nostro destino. Gran parte di questo sembra superato ora, ma significa che Watchmen è una prospettiva contemporanea sulla guerra fredda: cosa si prova a vivere in un mondo che è sempre stato a un passo dalla guerra nucleare? Anche se è finzione, gran parte della tensione sembra reale.

Watchmen non è sicuramente per i bambini: c ” è sesso, violenza, abuso, omicidio, e la lista potrebbe continuare. Le donne nel libro avrebbero potuto essere scritte meglio; a volte il motivo della faccina sorridente diventa un po ‘ vecchio. Ma lo includerei comunque in una lista” da leggere ” di fumetti seri, semplicemente per il fatto che ha spinto i confini della narrazione nel mezzo dei fumetti, introducendo alcune tecniche che semplicemente non potevano essere fatte in nessun altro mezzo.

Per uno sguardo molto più completo al libro, dai un’occhiata a The Annotated Watchmen di Doug Atkinson, o the ongoing Reading Watchmen di Chris Beckett.

Capire i fumetti, reinventare i fumetti, fare fumetti-Scott McCloud

Oggigiorno è abbastanza facile trovare libri sui fumetti: come leggerli, capire le convenzioni e i tropi e i simboli usati, scavare più a fondo per arrivare al significato. E ci sono, naturalmente, un sacco di libri su come fare fumetti pure: gli strumenti del mestiere, carta contro digitale, vendere i tuoi fumetti o self-publishing.

Ma il seminale Understanding Comics di Scott McCloud è uno dei primi e ancora uno dei migliori — ed è esso stesso un fumetto. McCloud utilizza una versione a fumetti di se stesso per introdurre il lettore ai fumetti, partendo da una definizione di base di cosa fumetti e poi spiegando il vocabolario di base del mezzo. Egli mostra esempi di arte sequenziale in altre culture, descrive come il tempo diventa una dimensione fisica, e illustra (letteralmente) come diversi tipi di linee possono essere utilizzati per rendere visibile l’invisibile.

In tutto questo, McCloud include una vasta gamma di esempi per mostrare come le varie tecniche appaiono nei fumetti reali. E, naturalmente, risponde alla domanda ” i fumetti possono essere arte?”con un sonoro” Sì!”(Ma più che dare una risposta, dà un argomento convincente.)

I suoi due libri di follow-up, Reinventing Comics e Making Comics, utilizzano entrambi un formato simile e ciascuno si concentra su un argomento più ristretto relativo ai fumetti. Reinventare fumetti è su come i fumetti stanno cambiando (e sono cambiati), con un occhio al business della creazione di fumetti e la percezione del pubblico di loro. La seconda metà del libro tratta della produzione digitale e del (non più nuovo) mondo del fumetto online. Alcune delle sue idee sono un po ‘ inebrianti e non sono ancora diventate comuni nel mondo dei fumetti (the infinite digital canvas, per esempio). E alcuni di essi è diventato così comune che il suo libro sembra essere affermando l’ovvio-anche se le possibilità di webcomics potrebbe essere stato tutt’altro che evidente al momento.

Fare fumetti è esattamente quello che sembra: un primer su come creare fumetti. McCloud insegna (ancora una volta, in formato fumetti) come raccontare storie nel mezzo fumetti: decidere cosa includere e cosa lasciare fuori; come organizzare pannelli in modo che l’occhio del lettore li segue nell’ordine desiderato; alcune basi di illustrazione; e anche scegliendo quali strumenti funzionano meglio per voi. Fare fumetti è rivolto a persone che hanno un interesse nella creazione di fumetti, ma anche se sei solo un lettore di fumetti senza il desiderio di fare fumetti della propria, l’analisi di McCloud è divertente da leggere e può approfondire il vostro apprezzamento per i tuoi fumetti.

Beh, e ‘ un inizio.

Come ho detto, questo graffia a malapena la superficie. Fumetti sono stati utilizzati con grande effetto come memorie e biografie. Possono illustrare argomenti diversi come la scienza e la religione, la storia e il futuro. Anche alcuni fumetti di supereroi hanno fatto il salto a fumetti seri … ma ci arriveremo la prossima volta!

Clicca qui per la Parte 2: Memorable Memoirs.

Disclaimer: Sono, ovviamente, solo una persona e ho letto solo così tanti libri. Non ho davvero iniziato a fumetti fino a dopo il college, quindi ho perso molto durante i miei anni formativi. Questi elenchi non sono destinati ad essere un elenco completo di Fumetti seri. Pensate a loro come un punto di partenza, un abbozzo se non avete idea da dove cominciare.

https://www.wired.com/geekdad/2011/03/geekdad-raissssdfsdfsdfsdfnt-continued-comics-and-grammar-geekdad-weekly-rewind/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top