Bellezza: Quando l’altro ballerino è il Sé di Alice Walker

X

Privacy & Cookie

Questo sito utilizza cookie. Continuando, accetti il loro utilizzo. Ulteriori informazioni, tra cui come controllare i cookie.

Capito!

Pubblicità

Intenzione: L’intenzione di questo saggio è quello di dimostrare che siamo spesso i nostri critici più duri quando si tratta di bellezza e spesso lasciamo che influenzano la nostra visione della nostra vita.

L’intenzione di questo pezzo è anche quella di raccontare la sua esperienza infantile con la bellezza, e come è arrivata a sentirsi bella dopo il suo incidente. Questo saggio si muove attraverso la vita di Walker ed espone il suo viaggio e le lotte che ha affrontato quando si tratta di bellezza.

Arrangiamento: Walker ha organizzato questo saggio in modo che segua la narrazione della sua vita. Ogni sezione è dedicata a un momento significativo in cui ha incontrato l’idea di essere bella e come l’ha colpita. In primo luogo, ha descritto un momento in cui essere “carino” ha guadagnato l’adorazione di suo padre. Mentre continua a descrivere la sua vita, inizia a descrivere come non essere abbastanza bella la rendesse insicura. Infine, conclude il saggio spiegando come è venuta a patti con l’essere il suo tipo di bella e non lascia più che influenzi altri aspetti della sua vita, come i suoi compiti scolastici, come aveva fatto prima. Questa disposizione consente al pubblico di crescere e imparare insieme a Walker in modo che possano capire meglio la sua argomentazione e l’intenzione di scrivere.

Pathos: Walker utilizza molteplici esempi di pathos in questo saggio per coinvolgere il pubblico. Gli esempi più efficaci di pathos sono quando Walker sta descrivendo quanto male è stata trattata a causa del modo in cui il suo occhio sembrava. La prima volta che il pubblico vede questo è quando Walker descrive la presa in giro che ha usato per sopportare a scuola. Più tardi, descrive come, al momento dell’incidente, un uomo bianco non l’avrebbe portata in ospedale con suo padre. Parla anche della negligenza che sentiva da suo padre dopo l’incidente perché non l’ha mai più scelta per la fiera sui suoi fratelli, il più alto simbolo d’onore nella loro famiglia. Questo uso del pathos coinvolge il pubblico in un modo molto intimo in modo che possano comprendere più a fondo la vita di Walker mentre seguono la sua narrazione.

Citazione: Una citazione che spiccava per me era: “Lei è bella, intera e libera. E lei è anche me.”In questa citazione, Walker si riferisce all ‘”altra ballerina” che incontra nell’ultimo paragrafo del saggio. Tuttavia, il pubblico ora capisce che l’altra ballerina è in realtà solo un riflesso di se stessa e del nuovo modo positivo in cui si vede. Questa nuova versione di Walker superficie solo una volta che ha guadagnato una nuova prospettiva sul suo occhio. Cominciò a vedere la sua imperfezione come fa sua figlia –bella-e quindi divenne ” bella e libera.”

-Grace Dearing

Pathos: una grande quantità di pathos è presente dopo l’incidente di Walker. Dice al suo pubblico: “Quella notte, come faccio quasi ogni notte, abuso il mio occhio. Rant e rave a esso, di fronte allo specchio, ” (766). Questa citazione fornisce informazioni su quanto sia infelice Walker con il suo aspetto, il che fa sì che il pubblico simpatizzi con lei. Tutti possono relazionarsi con l’essere insoddisfatti di qualche aspetto del loro corpo in un momento o nell’altro, e quindi possono capire con cosa Walker sta lottando. Walker continua a dire: “Non prego per la vista. Prego per la bellezza ” (766). Si sta indirettamente definendo brutta in questa citazione. Ciò fa sì che il pubblico si senta dispiaciuto per lei e dispiaciuto che l’incidente le abbia tolto fiducia in se stessa. Alla fine del saggio, Walker evoca un’emozione positiva dal suo pubblico dopo aver menzionato che sua figlia ha detto che c’era un mondo nei suoi occhi. Dice al lettore: “E ho visto che era possibile amarlo: che in effetti, per tutto ciò che mi aveva insegnato di vergogna, rabbia e visione interiore, l’ho amato” (769). L’umore nel saggio è cambiato a questo punto, e il pubblico è contento e felice che Walker abbia imparato ad amare le sue imperfezioni.

Citazione: “Non prego per la vista. Prego per la bellezza ” (766). Questa citazione mi ha colpito di più da questo intero saggio. Trovai estremamente triste che Walker fosse più preoccupato per una questione banale, la bellezza, che per una questione importante, la vista. Mette la bellezza al di sopra di essere in grado di vedere, il che non sembra giusto. Questa citazione rivela la presa che la bellezza ha sulle persone. Le ragazze sentono le pressioni per avere un bell’aspetto e per essere belle, e spesso dimenticano aspetti più importanti della vita. Walker sentiva che la gente la vedeva in modo diverso ora che era viziata. Nessuno vuole sentirsi insicuro o brutto, ma è importante ricordare che i difetti non cambiano il modo in cui gli amici genuini pensano a te. Questa citazione supporta l’intenzione del pezzo. Walker rivela la lotta che si sentiva a causa del tessuto cicatriziale sul suo occhio. Non si sentiva bene con il suo aspetto dopo l’incidente, e questa citazione rivela quanto gravemente l’incidente l’ha colpita. Pregare per la bellezza invece della necessità della vista consente al pubblico di sapere quanto fosse insicuro Walker su se stessa.

Pubblico: Il saggio di Walker ha un vasto pubblico. Quasi ogni persona può riguardare la sua storia di non sentirsi bella, a volte. Anche se le persone non possono riguardare la lotta esatta di Walker con il suo occhio danneggiato, possono ricordare alcuni aspetti del loro aspetto esteriore che sono stati insicuri prima. Tutti hanno lottato con l’immagine del corpo ad un certo punto. La storia di Walker rivela le insicurezze che i suoi lettori potrebbero aver provato in un momento o nell’altro nella propria vita. Il linguaggio del saggio è semplice e informale, contribuendo nuovamente al vasto pubblico. Il suo saggio è facile da leggere e da capire; un’istruzione superiore o una laurea non è necessaria per essere in grado di interpretare e godere di questo saggio. Walker ha scritto questo saggio sotto forma di storie in miniatura, che fa appello al suo pubblico. Le persone amano leggere storie e sentire parlare della vita di altre persone. Il tema globale della bellezza, del linguaggio semplicistico e delle storie in miniatura contribuiscono tutti al vasto pubblico che possiede il saggio di Walker.

–Vanessa Petranek

Stile: Walker ha uno stile molto personale con il pubblico iniziando subito il saggio con un aneddoto. In tal modo, imposta il lettore con l’impostazione e alcuni retroscena in modo che il pubblico possa capire meglio la sua intenzione. Dà anche giorni/anni specifici durante il saggio per usare l’impostazione per aiutare a raccontare la sua storia.

Ethos: Walker mostra il suo ethos discutendo gli standard di bellezza perché era in un incidente che le ha causato una deformità fisica. Il saggio sarebbe stato totalmente diverso se fosse stato da una regina Concorso di bellezza con una campagna per cambiare lo standard di bellezza. Walker è reale nel suo saggio perché la sua bellezza personale è sfidato con qualcosa che non poteva controllare e lei sceglie il modo in cui reagire ad esso. Questo scenario di causa / effetto le dà credibilità e un pubblico desideroso di ascoltare la sua prospettiva.

Citazione: “Fin dalla sua nascita mi sono preoccupato per la sua scoperta che gli occhi di sua madre sono diversi da quelli degli altri. Sarà imbarazzata?”Amo questa citazione perché dimostra che anche se ha tutte queste opinioni forti sulla bellezza, ha ancora dei dubbi. È facile avere un’opinione ma difficile essere saldi e fiduciosi nelle tue opinioni. Questa non è debolezza, ma questo è umano. Per me, questa citazione ha tolto Walker dal piedistallo di un autore pubblicato e l’ha resa riconoscibile per me.

–Mackenzie Coon

Consegna: Walker consegna la sua intenzione al suo pubblico attraverso un aneddoto scritto, che le consente di descrivere i suoi ricordi d’infanzia con dettagli personali sufficienti per evocare pathos nel suo pubblico e per darsi ethos da quando lei stessa ha vissuto l’infortunio e la lotta con la bellezza descritta nell’aneddoto. Walker spazi ogni sezione di testo più grande per mostrare una transizione nel tempo in ogni nuova sezione.

Citazione: La ripetizione della citazione, “‘Non hai cambiato’, hanno detto.”davvero si è distinto per me perché ha evidenziato come la lotta con l’autocoscienza può spesso cambiare le persone in modi che sono spesso invisibili o impercettibili agli altri. La ripetizione ha davvero sottolineato quanto spesso le sue lotte interne con l’immagine di sé non siano state viste dalla sua famiglia nel corso degli anni.

Ethos: Walker si fornisce già ethos usando un aneddoto personale per diventare una fonte affidabile. Ma tiene anche l’ethos come autore famoso in generale, specialmente se il pubblico conosce i romanzi che ha scritto. Walker ha affrontato il tema della bellezza e dell’autostima in più libri che ha scritto, il che stabilisce ulteriormente che ha una comprensione dell’argomento. Un esempio ben noto è il romanzo di Walker The Color Purple, in cui il personaggio principale Celie lotta con l’essere in grado di considerarsi bella per tutta la maggior parte del romanzo a causa di abusi domestici.

– Mira Bauer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top