Annoiato con il tuo Fitbit? Questi ricercatori del cancro Aren ' t

Se stai cercando di metterti in forma e vuoi un piccolo computer legato al polso per aiutarti a farlo, hai più opzioni che mai. Inseguitori di fitness sono disponibili in tutte le forme, colori, e cartellini dei prezzi, con sensori diavolerie e caratteristiche per distinguersi per i clienti. Ma per i medici e gli scienziati che studiano come l’esercizio fisico può aiutare le persone ad affrontare le malattie, il paesaggio è molto più semplice. C’è Fitbit, e poi ci sono tutti gli altri.

Come la maggior parte dei tracker di fitness, i dispositivi di Fitbit sono tutt’altro che perfetti. Possono contare i passi abbastanza bene e dare una buona idea dei livelli di attività giorno per giorno. Ma non hanno ancora decifrato il codice sulla bruciatura calorica-che è una specie di grosso problema per la comprensione della perdita di peso. E quelli dotati di tecnologia proprietaria di monitoraggio della frequenza cardiaca di Fitbit sono su un terreno ancora più traballante; la società fa parte di una class action in corso relativa a pericolose inesattezze. Ma questo non impedisce a un numero crescente di ricercatori medici di affollarsi a Fitbit per l’uso in studi clinici di tutto, dall’artrite all’apnea notturna al cancro.

Dal 2012, gli scienziati hanno pubblicato 457 studi utilizzando i dati del dispositivo Fitbit, quasi la metà di loro nel solo 2017. Secondo una recente analisi nel Journal of the Federation of American Societies for Experimental Biology, che mette l’azienda ben prima della sua concorrenza. Negli studi clinici che hanno utilizzato monitor di attività dei consumatori, un pieno 83 per cento attrezzato i partecipanti di prova con un Fitbit. Per la ricerca NIH-finanziato, quel numero è salito al 95 per cento.

Alcuni ricercatori, come Sheri Hartman, uno psicologo presso l’Università della California di San Diego, gravitano verso dispositivi Fitbit perché forniscono informazioni senza essere gravoso per i suoi pazienti—sopravvissuti al cancro al seno alle prese con appannamento del cervello e altri cali cognitivi dopo il trattamento. Devono solo tenerlo carico e indossarlo, tutto qui. Fitbit, e il suo partner di facilitazione della ricerca di dati-scricchiolio, Fitabase, fanno il resto.

Fitabase, se non ne hai sentito parlare, è come l’idraulico digitale personale di Fitbit. La società ha creato una connessione all’API di Fitbit che consente di trasmettere i dati degli utenti agli scienziati. Da quando è stato lanciato nel 2012, Fitabase ha raccolto oltre 3,5 miliardi di minuti di dati Fitbit per conto di clienti di ricerca in luoghi come John Hopkins, MD Anderson Cancer Center e Dana Farber Cancer Institute.

Per Hartman, Fitabase ha raccolto tre mesi di dati su un gruppo selezionato a caso di 43 donne che avevano recentemente ricevuto chemioterapia o chirurgia per il cancro al seno. A loro, insieme a un gruppo di controllo che ha ricevuto e-mail relative alla salute, è stato dato l’obiettivo di esercitare 150 minuti a settimana. Entrambi i gruppi sono stati invitati a indossare un accelerometro di grado clinico per una settimana prima e dopo lo studio per vedere quanto la loro attività di base fosse migliorata in tre mesi. Ma solo la metà di loro ha ricevuto inseguitori di fitness e l’accesso a un ricercatore UCSD per monitorare i loro obiettivi. Attaccare con nuovi cambiamenti di stile di vita è difficile, e il team di Hartman stava testando quanto bene i wearables aiutassero a mantenere i soggetti responsabili dei loro piani.

Alla fine dello studio, pubblicato martedì su Cancer, hanno scoperto che le donne che indossavano Fitbit si esercitavano per circa 14 minuti in più al giorno rispetto a quelle del gruppo di controllo. E, soprattutto, i Fitbitters più attivi hanno ottenuto un punteggio più alto su una misura oggettiva della velocità di elaborazione cognitiva. Mentre era l’unica delle nove aree esaminate della funzione cerebrale che ha mostrato un miglioramento significativo, Hartman dice che i risultati sono promettenti. “I sopravvissuti al cancro al seno hanno il più alto tasso di declino cognitivo dopo i trattamenti rispetto a qualsiasi altro tipo di pazienti affetti da cancro”, afferma. “Non abbiamo avuto molte buone raccomandazioni per loro. Ma ora possiamo dire che l’esercizio sembra funzionare.”E’ stato un piccolo studio, ma Hartman ha uno più grande previsto per vedere se i risultati reggono.

Altri, come Carissa Low, uno psicologo presso l’Università di Pittsburgh Cancer Institute, atterrato sul Fitbit dopo averlo testato contro altri dispositivi per vedere quali sincronizzati più spesso e più affidabile. Studi bassi su come alzarsi e camminare possono aiutare i malati di cancro a evitare la riammissione dopo l’intervento chirurgico. In un piccolo pilota che ha completato l’anno scorso, il conteggio giornaliero dei passi ha predetto quali pazienti sono finiti di nuovo in ospedale. Ora sta lavorando a uno studio interventistico per vedere se spingere le persone a esercitare aumenta la probabilità di un risultato migliore. “Non stiamo guardando i conteggi dei passi in tempo reale, ma abbiamo bisogno di ottenere i dati senza molto ritardo”, afferma. “Se stiamo cercando di spingere qualcuno non vogliamo sbagliare, specialmente se sono malati.”

Ulteriori informazioni su indossabili

Studi come questi stanno aiutando a colmare alcune lacune di conoscenza su come motivare indossabili sono. Non ci sono molti, se del caso, studi a lungo termine dei dispositivi, che la maggior parte delle persone smette di indossare entro i primi sei mesi. “Se metti un Fitbit sul polso di qualcuno, non sarà sufficiente per cambiare il comportamento”, afferma Mitesh Patel, internista e ricercatore di salute digitale presso l’Università della Pennsylvania. “Ma se lo combini con incentivi e altri tipi di supporto, allora ci sono effetti molto più forti. La domanda che rimane, è se tali effetti rimangono nel lungo termine.”

Steven Steinhubl, cardiologo e direttore della medicina digitale presso Scripps Translational Science Institute dice monitor indossabili brillano più nella ricerca che si confronta in un punto nel tempo a voi in un altro. “Se l’obiettivo è quello di misurare in modo specifico passi o calorie con le tecnologie di consumo, è difficile confrontare diversi dispositivi tra loro”, afferma. “D’altra parte, se si segue la traiettoria per un individuo nel tempo, sono l’ideale.”

Mentre Fitbit dice che è ancora una società di salute e benessere dei consumatori, non nega di avere occhi su un giorno per ottenere una designazione di dispositivo medico. E con il prezzo delle azioni della società in calo del 60 per cento rispetto a questa volta l’anno scorso e Apple minacciando la sua leadership di mercato, il settore medico potrebbe essere il miglior colpo di Fitbit in un brillante brillante domani. Quindi, nel frattempo, con l’aiuto di Fitabase, sta tranquillamente costruendo un corpo scientifico di prove che dovrebbe certamente tornare utile con la FDA, se e quando l’agenzia viene mai a bussare.

“Dal punto di vista della ricerca clinica, siamo davvero concentrati sull’impegno e sulla longevità—mantenendo gli individui su un protocollo di attività”, afferma Adam Pellegrini, GM di Fitbit Health Solutions. Ha rifiutato di dire se la società ha piani immediati per entrare nel mercato dei dispositivi medici. “Ma mentre iniziamo ad andare più in profondità lungo la strada della salute con sensori sempre più avanzati, direi, restate sintonizzati.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top